venerdì 10 agosto 2007

dias de loucura

Piccolo intervento dal computatore del labo x fare un riassuntino della situazione: traslocati in una nuova casa (topaia) a santos, fuori mano x i trasporti, 4º piano senza ascensore, ambiente sporchissimo, muri macchiati, la stanza che doveva essere la camera da letto è senza finestra, impianto elettrico da galera (prese rotte, funziona una luce su 10) bagno indecente, cucina merdissima dove era stato lasciato cibo, e quindi ora piena di formiche, scaldabagno non funzionante, finestre che non chiudono, un sacco di cose lasciate dagli inquilini precedenti (che abbiamo buttato sul pianerottolo), soffitta piena di cose dei medesimi, quindi non utilizzabile, nonostante ne stiamo pagando l'affitto.
Conclusioni: sono incazzatissimo!!! con: a)Carine (che quando ha scelto questa casa, nonostante mia opinione contraria, deve avere momentaneamente staccato il cervello) se ne è andata in ferie in Francia lasciandomi da solo in questa merda di situazia- b)Il padrone di casa che ha rotto i coglioni con il contratto (manca questo, qua bisogna riscrivere perché il nome non è completo, vi sto facendo un favore, ecc.) e che nonostante le promesse non ha fatto un cazzo dei lavori che aveva detto (imbiancatura, solaio). non ho nessuna voglia di mettermi a sistemare la casa, lasceró tutta la roba nei cartoni, xkè ho intenzione di cambiarla prestissimo (se no ne va del mio equilibrio mentale).

Unico momento simpatico è stato sabato scorso, quando, in occasione del festival dos oceanos a praça do comercio, hanno suonato aggratis, insieme ad un gruppo rap locale ed ad uno brasileiro, un gruppo storico degli anni 80, ovvero gli human league. Gran bel concerto che mi ha fatto ritornare bimbetto, con formazione originale: Phil Oakey ora non + capellone, ma pelato ed imbuzzonito, e le due coriste Susanne Sulley e Joanne Catherall (che in gioventù turbavano molto i miei sogni erotici) che nonostante gli anni si mantengono bene (+ la bionda che la mora, che si è lievemente "irrobustita") hanno cantato tutti i loro maggiori successi (don't you want me, teh lebanon, fascination, ecc.) tra il delirio del pubblico. Devo dire che a Lisbona gli anni 80 sembrano non essere mai finiti.
Alla fine del concerto, spettacolari fuochi di artificio a tempo di musica sul Tejo.

video