giovedì 15 dicembre 2011

a pequena rita

lei è una delle nuove leve del panorama musicale portoghese, e si è già fatta conoscere ed apprezzare anche fuori i confini nazionali.
si presenta sul palco del musicbox, dopo la performance di un altro artista che si è prolungata un'ora circa in più del dovuto, accompagnata solo dal suo ukulele e alcune basi registrate. è nervosa ed impacciata come lo sarei io davanti ad un pubblico di più di 2 persone, quindi mi viene facile comprendere e perdonarle le sbavature (variazioni di velocità e di ritmica, mancanza di pause e un po' di confusione nel mettere le basi) commesse durante la sua performance, anche perchè ha una voce tanto, tanto tenera.



il suo repertorio è normalmente composto da brani classici dalle provenienze più disparate e può spaziare dalle canzoncine dei films hollywoodiani a canzoni popolari dell'est europeo, tutte cantate nella loro lingua originale, sia essa inglese, francese, russo o serbo, e che, accompagnate semplicemente dall'ukulele, assumono un'aria completamente nuova.



sabato 10 dicembre 2011

aryz em lisboa

nuovo lavoro dello spagnolo aryz all'incrocio tra rua santa marta, rua são josé, rua rodrigues sampaio e rua manuel de jesus coelho (metro avenida) fatto in occasione della celebrazione del 2° anniversario del montana shop lisboa (sponsor pagante), con l'appoggio della gau, eseguito tra il 2 ed il 6 dicembre.



stato dei lavori al 3 dicembre



stato dei lavori al 4 dicembre

8 dicembre - lavoro finito

giovedì 1 dicembre 2011

as minhas mãozinhas sagradas


http://aeiou.expresso.pt/visita-guiada-a-caixa-forte-do-cinema-nacional-video=f691481

quelle che si vedono in questo videoservizio dell'Expresso sull'attività di preservazione e restauro dell'ANIM, sono le mie manine sante che, a dispetto dell'argomento (la salvaguardia del patrimonio cinematografico portoghese), stanno smanazzando un nitrato della cinémathèque française (che fortumatamente, al contrario di quella portoghese, ha ancora un po' di soldi da investire nel restauro, se no saremo su una strada). il resto del mio corpo è stato omesso! reclamerò in apposita sede.

domenica 27 novembre 2011

lisboa > bologna

lisboa → bologna (o sarebbe meglio dire: anim → via della campagna), 2400 km in auto condensati in meno di 10 minuti. tecnica mista.
video del viaggio di andata delle oramai lontane ultime vacanze, effettuato tra il 14 ed il 17 ottobre, con l'ineccepibile fiat doblò (la mia "nuova" macchina dopo l'improvvisa morte della vitara)

sabato 12 novembre 2011

o meu jantar da festa

un frugale pasto tricolore per celebrare la lieta notizia




sabato 1 ottobre 2011

acordando....

in questo periodo dell'anno, verso le 7 di mattina (ora in cui mi sveglio), il sorgere del sole sul tejo e su santa apolónia assume colorazioni davvero fantastiche
ecco, in questa fotocomposizione, come si presentava dalla mia finestra 3 giorni fa



ed in seguito 2 diversi momenti di quello di ieri mattina





mercoledì 28 settembre 2011

lunedì 11 luglio 2011

são eles!!

non c'e moody's che tenga, l'FMI ci fa un baffo! potere della nostra birrona nazionale, che ci copre di gnocca e di futebol e che ci fa cantare tutti insieme in un sol coro: viva portugal!



la sagres, che detiene almeno il 60% del mercato portoghese grazie alle sue campagne pubblicitarie martellanti e alla sponsorizzazione di tutto quello che avviene in questo paese, è quella che meno mi piace tra le pilsen presenti in portogallo; sembra di bere acqua minerale con aggiunta di aroma chimico dal vago sapore di birra. il 39,8% è invece in mano alla superbock, preferibile anche grazie al suo discreto gusto amarognolo.
la mia personale classifca di mie preferenze è:

1 - tagus (buona birra al malto)
2 - imperial (dalla simpatica grafica buffa ed un po' osé)
3 - superbock
4 - sagres



pare, che per entrare nei siti dei produttori di birra in questo paese, bisogni avere 18 anni. chissà quali torbidi ed irraccontabili segreti son costuditi al loro interno

giovedì 30 giugno 2011

a igreja da sagrada ganância

passeggiando per il centro di porto, dietro alla sede dell'università, non lontano dalla zona dos clérigos, ci si imbatte nella bella igreja da nossa senhora do carmo, con facciata barocca compósita e fiancata ricoperta da bellissimi azulejos



entrando però, si viene colti da uno sgradevole senzazione: un brivido lungo la schiena nel vedere che in ogni angolo è occupato da una cassetta per le offerte più svariate; la maggior concentrazione di sempre di richieste di elemosina: una x ogni categoria di poveri, ciechi, zoppi o poliomelitici, una x ognuno della miriade di santi e madonne della chiesa, una x il restauro di ognuno dei dettagli della chiesa, x le anime dei dannati ecc. tutte con il loro bel cartello identificativo in bella vista, comprensivo di tariffario e l'invito al malcapitato fedele o turista che sia a mettere le mani al portafoglio e ..PAGARE!
sarà forse che la chiesa portoghese non è tanto fortunata come quella italiana che riceve l'8x mille dell'IRS e che quindi si debba arrangiare in qualche modo, ma qui mi pare si sia superato il limite

venerdì 10 giugno 2011

referenduns para totós!

in quanto italiano residente all'estero, mi capita di votare prima dei connazionali residenti in patria. questo video è dedicato agli italiani che domani voteranno per i referendum



italiani! seguite il mio esempio! fate come me!

lunedì 6 giugno 2011

portugal acorda à direita

disastrosa sconfitta (un misero 28%) x il partito socialista di giuseppe socrati (prontamente dimessosi come ciascun bravo sconfitto dovrebbe fare) alle elezioni legislative anticipate di ieri. l'elettorato portoghese, o quei pochi che si son presentati alle urne (gli astenuti sono, con il 42%, la prima forza del paese), premia il partito socialdemocratico di pietro passi coniglio (al 38,5%), che con l'appoggio del partito popolare di quell'opportunista di paolo porte (che ha ottenuto un 11,5%) non avrà alcun problema di numeri x governare il paese.



la strategia del centrodestra è stata, a quanto pare, azzeccatissima. nonostante la responsabilità della caduta del precedente governo (il PSD non ha votato la fiducia al pacchetto leggi stringicinghia proposto dal PS x evitare di dover richiedere il prestito al FMI) col conseguente declassamento economico della nazione, il PSD è riuscito lo stesso ad ottenere le preferenze dei portoghesi.
ora però dovrà riproporre lo stesso pacchetto di tagli e leggi impopolari (se non misure ancora più drastiche) per rispondere alle volontà del FMI.

giovedì 19 maggio 2011

portugal finlándia: uma amizade em risco

Per ingraziarsi la Finlandia, restia a concedere il benestare al finanziamento richiesto dal Portogallo al FMI al fine di cercare di uscire dalla crisi economica in cui si trova (o per essere ancora più dipendente dal debito estero, dipende dai punti di vista), la câmara municipal di Cascais ha prodotto questo video, indirizzato agli "amici" finlandesi, in cui elenca tutta una serie di records che il Portogallo ha collezionato nel corso della sua storia. Non tutti i fatti menzionati sono relativi a successi portoghesi; spesso riguardano la più ampia sfera del mondo lusofono. vi sono anche svariate inesattezze (tipo arigato non deriva da obrigado)



Il video di risposta della Finlandia non si è fatto attendere ma, a parte una celata stima che i finlandesi possono avere nei confronti del Portogallo, non vi traspare alcuna volontà di aiuto



in un altro video dallo stesso titolo, presente in rete, possiamo capire qual'è la vera opinione dei finlandesi in relazione alla richiesta portoghese