martedì 2 dicembre 2008

culto da personalidade

ultimo post giordano, giuro!!
la giordania è uno di quei paesi dove vige ancora il culto della personalità tipo stalin, hitler, mao o qualsiasi altro dittatore che si impone sulle masse a forza di gigantografie in tutte le strade. solo che:
a) la giordania non è una dittatura (anche se non capisco perchè uno stato giovane -60/70anni- frutto di una suddivisione di territori ben + ampi, abbia scelto un'anacronistica monarchia con una famiglia reale spuntata dal nulla e non una repubblica)
b) re abdullah 2°, il capo di stato giordano non ha l'aspetto del grande condottiero, x cui l'ho ribattezzato, per via delle sue guanciotte paffute, re pacioccone.
di questo suo non essere all'altezza, se ne deve essere reso conto anche lui, e cerca di combatterlo con una massiccia presenza della sua figura nel quotidiano della popolazione giordana.

onnipresente in qualsiasi angolo della capitale e delle altre città con immense gigantografie che lo ritraggono nelle pose + disparate, con costumi tradizionali, occidentali o militari

il ragazzo soffre molto il complesso d'inferiorità nei confronti del padre (il famoso re hussein, quello che ne ha prese tante da israele fino ad accettare privativi accordi di pace), per cui spesso si è fatto ritrarre al suo fianco.

per lo stesso motivo di insicurezza, in molti cartelloni è ritratto assieme a tutti gli avi sovrani o capitribù (discendenti di non so qual generazione di non so quale profeta), tanto per affermare una continuità con chi ha reso "grande" questo paese.
oppure si fa ritrarre come guida del popolo, nelle attività economiche, politiche, sociali del paese


fiero capo delle forze armate


in prima linea nella salvaguardia dei beni archeologici


il re è amico dei vecchi e dei bambini


la risposta dei giordani è stranamente affettuosa (che sia compassione? o forse viene imposto x legge). nelle vetrine nelle insegne dei negozi (direi tutte o almeno un buon 90%) vi è sempre esposta un'immagine del re, manifesti o ritagli di giornale che siano). spesso viene ritratto con quella gnoccona della moglie e tutto il resto della cospicua famiglia.

infatti, l'attività principale intrapresa da questi reali, e quella di fornicare e produrre numerosa prole, da crescere ed educare a carico dei soldi del contribuente giordano, in modo da riempire gli innumeri palazzi reali, ville, tenute di caccia, pied-a-terre che questa famigliola di nullafacenti possiede.


un'altra botta al misero erario giordano dev'essere stata probabilmente data per soddisfare il desiderio del re (questo quando era ancora principe) di partecipare al telefilm star trek. abdullah è infatti un grande fan della serie, tanto da voler parteciparvici come attore. re hussein deve quindi aver sborsato ingenti fortune delle misere casse di stato x soddisfare questo capriccio del real rampollo. vi è infatti un di lui piccolo cameo senza dialoghi nell'episodio n. 36 investigations, della serie star trek:voyager (quella sfigata che non ha visto quasi nessuno xkè passava su tmc ad orari impossibili).

1 commento:

Céline ha detto...

no, perché ultimo post? questo sul re paffutello è ottimo... anche se io sono supporter di Rania di Giordania, che tocca fare nel mondo arabo per accaparrarsi un po' di attenzione...